Social Network

Informazioni

V. Varzi 16 Busto Arsizio (VA)

 0331.624318 int. 1

 

Faq
 

FAQ - Domande e risposte frequenti

Approfondisci la conoscenza sul nostro liceo.

 
 

Contattaci

T. +39 0331.624318 int. 1

Contattaci direttamente se qualcosa non ti è chiaro o vuoi approfondire meglio con un nostro responsabile.

Scrivici

didattica.iss@acof.it

Scrivici direttamente alla nostra casella di posta elettronica per ottenere una risposta dettagliata ai tuoi dubbi.

 

Un liceo in quattro anni

 

1. Perchè dura 4 anni ?
Il Liceo Internazionale si sviluppa su un arco temporale di quattro anni per uniformarsi ai modelli di istruzione dei paesi, nei quali si accede all’Università a diciotto anni. In questo modo si anticipa il momento della “specializzazione” e si accompagna armoniosamente la crescita della persona, facendo coincidere il termine della scuola con l’ingresso nell’età adulta, sancito dal raggiungimento della maggiore età.
2. È riconosciuto da tutte le università nazionali e internazionali ?
Il progetto del Liceo Internazionale è stato approvato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con D.M. n.697 del 08/08/2013. Al termine del percorso, gli studenti sostengono l’Esame di Stato, ottenendo il Diploma di Stato. Il titolo di studio consente l’accesso alle Università nazionali e internazionali, come qualsiasi altro percorso tradizionale.
3. Quali sono le differenze rispetto ad un percorso tradizionale di cinque anni ?
Il Liceo Internazionale si differenzia dai percorsi tradizionali non solo per la durata, ma anche per le metodologie utilizzate. Inoltre pone lo studente al centro del percorso formativo, costruendo il suo curriculum vitae grazie alla certificazione delle competenze raggiunte nelle diverse discipline, delle competenze linguistiche (certificazioni Cambridge), delle competenze informatiche (certificazioni EIPASS).
4. Dura 4 anni perchè si fa tutto più in fretta ?
Durante i quattro anni, gli studenti del Liceo Internazionale apprendono le competenze, le conoscenze e le abilità previste dai percorsi quinquennali tradizionali. Ciò è possibile grazie alle metodologie utilizzate, che rendono l’apprendimento più efficace: la didattica per competenze, la didattica laboratoriale, il cooperative learning, l’interdiscilinarietà, il CLIL. Non si tratta perciò di comprimere i contenuti insegnati tradizionalmente, ma, al contrario, di rendere più efficace e dinamica la didattica per favorire l’apprendimento di una quantità ancora maggiore di competenze.
5. Quali sono gli orari e gli impegni settimanali ?
Nel primo biennio l’orario settimanale è distribuito su cinque giorni, dal lunedì a venerdì, con due rientri pomeridiani. Il sabato è libero.
Nel secondo biennio l’orario rimane il medesimo, con l’aggiunta di un sabato mattina al mese, utilizzato per attività particolari, come approfondimenti, workshop, lezioni itineranti, e simili.

 

Il percorso formativo

 

6. Quante ore di ogni disciplina si fanno in ogni anno scolastico ?
Il rinnovamento attuato dal Liceo Internazionale per l’Innovazione emerge anche dal piano degli studi, dove il monte ore settimanale non compare suddiviso per le singole discipline, come tradizionalmente avviene, ma è attribuito ai gruppi di materie, riunite in assi culturali. Ciò avviene per rendere immediatamente evidente l’apparentamento tra le discipline che perseguono il raggiungimento delle medesime competenze e per affermare il carattere di flessibilità, anche nell’utilizzo dell’orario settimanale, che caratterizza il nostro progetto di innovazione.

 

Lo studio delle lingue

 

7. Perche’ si studia il francese come seconda lingua ?
Indipendentemente dall’indirizzo di studi prescelto, tutti gli studenti del Liceo Internazionale studiano una seconda lingua straniera per l’intero quadriennio. E’ stata scelta la lingua francese in quanto seconda lingua più studiata al mondo, nonché lingua ufficiale di molte importanti istituzioni sovranazionali, lingua madre in molti paesi anche extraeuropei e lingua fondamentale per avere accesso alle fonti utilizzate negli studi umanistici. Inoltre la Francia è il primo partner economico dell’Italia e il secondo della Lombardia; molte importanti aziende distribuite sul territorio richiedono la conoscenza della lingua francese.
8. Cos'è il clil ?
Il CLIL (acronimo di Content and Language Integrated Learning) è un metodo didattico che prevede l’utilizzo di una lingua straniera nell’insegnamento di una disciplina non linguistica; ad esempio, le lezioni di matematica sono svolte sia in italiano sia in inglese. I vantaggi dell’utilizzo di questo sistema si riscontrano non solo in un migliore apprendimento della lingua straniera, ma anche nei risultati più significativi ottenuti nella comprensione della disciplina insegnata in CLIL.
9. Perche’ e’ importante certificarsi nelle lingue straniere ?
La padronanza di più lingue straniere è la chiave che da l’accesso al mondo del lavoro. Poter dimostrare tale conoscenza con una certificazione riconosciuta, come quelle rilasciate dal Cambridge Institute, significa costruire un curriculum vitae competitivo ed efficace. Inoltre, il raggiungimento di determinati livelli di certificazione è riconosciuto dalle istituzioni universitarie come credito formativo ed è sostitutivo di esami altrimenti obbligatori.

 

Innovazione didattica

 

10. Cos'è un progetto di innovazione ?
I progetti di innovazione rappresentano uno dei metodi utilizzati dal Ministero per riformare i percorsi formativi. Sulla base dell’esito di questi progetti pilota, si decidono i miglioramenti da estendere poi al complesso del sistema scolastico. Il Liceo Internazionale per l’Innovazione è uno dei primi due progetti di innovazione in Italia riguardanti un percorso liceale quadriennale,  approvato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca con il DM n.697 del 08/08/2013.
11. Cosa sono gli assi culturali ?
Gli assi culturali sono raggruppamenti di discipline diverse, ma che perseguono il raggiungimento delle medesime competenze. Tra le materie che appartengono al medesimo asse culturale si possono sviluppare percorsi interdisciplinari che facilitano l’apprendimento, sviluppando anche le capacità critiche del giovane.
12. Cosa sono le competenze ?
La competenza, nel linguaggio tecnico scolastico, è la capacità di applicare quanto appreso in una situazione reale per il raggiungimento dell’obbiettivo prefissato. Più semplicemente, si può affermare che la competenza misura il “saper fare”, mentre tradizionalmente la scuola si è sempre occupata del sapere. Una scuola basata sulle competenze, invece, fornisce un approccio più pratico e coinvolgente all’apprendimento; descrive un ritratto preciso delle abilità apprese da ogni singolo e permette di strutturare il percorso in maniera personalizzata; infine, favorisce l’orientamento degli studenti durante il percorso e in uscita dallo stesso.
13. Cosa si intende per didattica laboratoriale ?
Utilizzare la didattica laboratoriale nell’insegnamento di una disciplina, significa abbandonare l’impostazione teorica per abbracciare l’approccio pratico. Tale metodo ha il vantaggio di rendere più stimolante l’apprendimento dei contenuti, riportando ad una dimensione reale anche le discipline tradizionalmente più astratte e favorendo una maggiore penetrazione dei contenuti e persistenza degli stessi nel tempo.
14. Cos'è il cooperative learning ?
Per cooperative learning si intende una metodologia di apprendimento per piccoli gruppi, all’interno dei quali si collabora, aiutandosi reciprocamente. I vantaggi si riscontrano nello sviluppo del pensiero critico e delle abilità sociali degli studenti, che potenziano il senso di autoefficacia e di autostima. Inoltre il cooperative learning favorisce migliori relazioni tra gli studenti, consentendo anche il raggiungimento degli obiettivi stabiliti con risultati migliori.
15. Perchè è importante l’interdisciplinarietà ?
L'approccio interdisciplinare è fondamentale per superare la parcellizzazione del sapere, che è caratteristica della didattica tradizionale. Una programmazione interdisciplinare consente allo studente di rendersi conto dei punti di contatto esistenti tra le varie discipline, favorisce un approccio olistico al sapere, potenzia la sua apertura mentale e la capacità di affrontare i problemi in maniera globale; infine, rende più efficace e duraturo l’apprendimento dei contenuti di ogni disciplina.

Il Liceo Internazionale per l’Innovazione utilizza il CLIL, sia nella prima che nella seconda lingua straniera, in numerose discipline sin dal primo anno, potenziandone e ampliandone l’impiego nel corso del quadriennio
16. Quale importanza ha la tecnologia nella didattica ?
Una didattica che vuole essere innovativa non può prescindere dall’utilizzo degli strumenti tecnologici più all’avanguardia in questo campo. In tal senso, anche le Indicazioni Nazionali del Ministero dell’Istruzione insistono sulla necessità di preparare adeguatamente i giovani all’utilizzo degli strumenti digitali come supporto alla didattica, in un’ottica interdisciplinare. Per questo gli spazi utilizzati dal Liceo Internazionale sono tutti dotati di LIM (Lavagna Interattiva Multimediale) e gli studenti sono dotati di iPad personale, fornito in comodato d’uso dalla scuola.
17. Perchè è importante certificarsi nell’utilizzo degli strumenti informatici ?
Come per le lingue straniere, la certificazione informatica è riconosciuta come credito formativo dalle istituzioni universitarie. Allo stesso modo è irrinunciabile nell’ottica della costruzione di un curriculum vitae concorrenziale e in linea con le attuali richieste del mondo del lavoro.

 

Successo formativo

 

18. Come si garantisce il successo formativo ?
Il successo formativo non risiede solo nel conseguimento della promozione al termine dell’anno scolastico. Esso si verifica quando uno studente vede valorizzate e potenziate le proprie caratteristiche, grazie al percorso formativo che sta seguendo. Gli strumenti, intesi a favorirne il raggiungimento, messi in campo dal Liceo Internazionale per l’Innovazione, sono un network di realtà formative che accompagnano e integrano il percorso dello studente, il learning support, ovvero una costante attività di recupero in itinere delle eventuali difficoltà di apprendimento, lo study counselor.
19. Cosa fa lo study counselor ?
Lo study couselor accompagna il percorso scolastico dello studente fornendogli supporto rispetto alle problematiche relative al metodo di studio e aiutandolo ad orientare le proprie scelte, sia al termine del primo biennio comune, sia al raggiungimento del Diploma, per la prosecuzione degli studi. Inoltre monitora il grado di benessere di tutte le componenti umane che operano all’interno della classe, con un’azione costante di osservazione.

 

La scuola

 

20. Quali spazi utilizza il liceo internazionale ?
La sede del Liceo Internazionale per l’Innovazione è l’edificio che ospita gli Istituti Scolastici Superiori “Olga Fiorini”, le cui aule sono attrezzate con strumenti tecnologici e didattici all’avanguardia. Le lezioni di Scienze motorie si svolgono all’interno del Palazzetto dello Sport “Maria Piantanida”, conosciuto anche come PalaYamamay, che ospita partite della serie A di pallavolo femminile. Tuttavia, la natura particolare di questo percorso raccomanda di ricercare quanto più possibile occasioni di apprendimento anche al di fuori del contesto scolastico; pertanto sono frequenti lezioni itineranti e visite di istruzione presso istituzioni culturalmente significative del territorio e in occasioni di eventi di rilievo.
Top
Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Info OK